Un San Lorenzo tra musica e astronomia al Teatro Antico di Segesta

Se volete trascorrere una notte di San Lorenzo fuori dall’ordinario, dentro una cornice poetica e storica, trasportati dalle sinfonie di grandi compositori e incuriositi da interessanti discussioni astronomiche “E lucean le stelle” è l’evento che fa al caso vostro.

Il 10 agosto alle ore 21 il teatro antico di Calatafimi-Segesta ospiterà il coro, i solisti e l’orchestra dell’Istituto Superiore di Studi Musicali A. Toscanini, sotto la direzione musicale di Gaetano Randazzo: i musicisti allieteranno il pubblico con sinfonie tratte dalle opere di Verdi, Puccini, Gerswhin e Offenbach solo per citarne alcuni. Si apre a suon di musica classica questa alternativa osservazione delle stelle la cui accurata spiegazione spetterà alla prof.ssa Sabrina Maniscalco. Docente di Fisica Quantistica dell’ Università di Turku (Finlandia), intavolerà una discussione scientifica sugli astri e i loro segreti sconosciuti ai più.

Ma non è finita qui. Alle ore 23 il pubblico cambierà location: il tempio dorico. Allestito dal Planetario di Palermo questo spazio sarà provvisto di puntatori laser verdi con cui gli operatori mostreranno le principali costellazioni agli appassionati astrofili. Anche la luna e Saturno non riusciranno a sottrarsi dai loro occhi curiosi.

Il buio e il silenzio, l’elevata posizione del teatro greco e l’assenza di inquinamento luminoso saranno i fautori di una serata magica che renderà le stelle e le sue suggestioni fantastiche i veri protagonisti di questo esclusivo evento.

Info Tickets su http://www.calatafimisegestafestival.it/programma/

CONDIVIDI