Palermo – La necessità di tenere i piedi per terra

Dopo aver fatto il punto sulla situazione del tifo rosanero, oggi ci focalizziamo sulla situazione societaria e sui giocatori rosanero guidati da mister Tedino.

In questo clima torrido, non solo per la temperatura, la vittoria contro la Virtus Francavilla ha ridato morale e serenità all’ambiente rosanero che ultimamente viaggiava fra le contestazioni dei tifosi e l’incertezza societaria. L’arrivo di tanti volti nuovi e le numerose cessioni, anche di elementi chiave della rosa della scorsa stagione, quali ad esempio Goldaniga e Gonzalez, impongono, agli uomini di Tedino e alla dirigenza, di mantenere i piedi ben piantati per terra. Bisogna considerare che, nonostante il risultato non lasci adito a giudizi negativi,  l’avversario affrontato nel secondo turno di Coppa Italia dai rosanero era sicuramente modesto. I pugliesi venivano infatti dalla difficile partita con il Cosenza, erano senza tre titolari ed avevano affrontato un lungo viaggio di trasferimento in Sicilia. Durante il match, al di la della differenza tecnica fra le due squadre, i giocatori della Virtus sono risultati sulle gambe e privi di idee di gioco. Tutto molto facile insomma, ma alle volte proprio le partite più semplici finiscono per nascondere insidie, quindi onore al merito degli uomini di Tedino. Sicuramente il test che attende Sabato i rosanero in quel di Torino contro il Cagliari sarà decisamente più impegnativo, sia per le qualità in fase offensiva dei sardi sia perchè i rosanero devono trovare l’amalgama giusta dopo i numerosi cambi in fase di calciomercato.
Proprio sul fronte mercato, Maurizio Zamparini, proprietario del Palermo, ha dichiarato il mercato chiuso, almeno in entrata, ed ha inoltre espresso la “speranza” affinché il capitano dei rosanero, Rispoli, dichiarato più volte incendibile dalla dirigenza, rimanga in Sicilia. Proprio quest’ultimo punto bisogna riflettere un attimo: visto che  vi è la volontà della società di Viale del Fante di trattenere il giocatore e visto che il giocatore ha un contratto in essere con il Palermo, non si capisce oggettivamente dove sta il problema di trattenerlo(poi sappiamo come le dinamiche del calciomercato siano volubili e che le situazioni possono variare da un momento all’altro, leggasi per esempio l’acquisto di Pomini dato da molti praticamente per saltato). Se il parco giocatori va verso una composizione definitiva, sul fronte giudiziario procedono le indagini della procura di Palermo. Come si apprende dall’articolo di Livesicilia.it, <<Debiti verso soci finanziatori fittizi che nella realtà dei fatti avrebbero consentito a Maurizio Zamparini di sottrarre al Palermo diversi milioni di euro e di intascarli sotto forma di rimborsi. È quanto si legge su “Repubblica” nella sua edizione odierna. Si indaga anche su questo fronte nell’ambito dell’inchiesta aperta dalla procura di Palermo, coordinata dal procuratore capo Francesco Lo Voi e dall’aggiunto Salvatore De Luca, sulla quale lavorano da diverse settimane i magistrati del dipartimento che si occupa di criminalità economica Francesca Dessì, Andrea Fusco e Dario Scaletta.>>. Nuove ombre quindi si aggirano sulla società di Viale del Fante, le quali non lasciano dormire sogni tranquilli ai tifosi rosanero. Nonostante le indagini, la società rosanero e Zamparini hanno espresso più volte la loro calma e la loro fiducia nel lavoro delle istituzioni. Possiamo solo attendere la conclusione delle indagini.

CONDIVIDI