Cefalù, situazione idrica in tilt

Mentre il caldo impazza con temperature che registrano un caldo da record, la situazione idrica a Cefalù non lascia presagire nulla di buono.
Da mesi ormai va avanti la querelle con Sorgenti Presidiana, che a partire dall’11 agosto non garantirà più la potabilizzazione dell’acqua.
Intanto i rubinetti dei cittadini sono quasi a secco e fioccano gli attacchi sui social, lamentando l’imbarazzante silenzio delle istituzioni. Moltissime abitazioni non hanno acqua da parecchi giorni, mentre in altre, a causa della pressione notevolmente ridotta, non è possibile nemmeno riempire le cisterne. A questo si unisce il forte disagio dei tantissimi turisti che hanno fatto tappa a Cefalù in questi primi giorni di agosto e che, ritrovandosi senz’acqua nelle strutture alberghiere e nei bed and breakfast della città, hanno deciso di interrompere le loro vacanze prima del previsto. Ingenti, quindi, i danni provocati al turismo.
Non resta chiaro comunque come la sola siccità possa provocare un simile stato di totale abbandono.
A giorni forniremo maggiori dettagli.

 

CONDIVIDI