Barcellona, il quotidiano elPeriodico attacca la polizia “Comunicate mesi prima dalla CIA le mosse dei terroristi”

Barcellona, dopo 14 giorni esatti dall’attentato di matrice islamica su La Ramblas, la stampa spagnola ha diffuso quella che potrebbe essere una scottante rivelazione per le forze di sicurezza iberiche. È stata infatti resa pubblica una nota in cui, già dallo scorso maggio, i servizi di intelligence statunitensi informavano i colleghi spagnoli di un possibile assalto terroristico imminente.

Nuovi dubbi sull’operato della Polizia

Sin dal giorno dell’attacco nella città, ad opera degli estremisti legati al sedicente Stato Islamicol’efficacia dei sistemi di sicurezza ispanici è stata messa in dubbio.

Finite le indagini, catturati alcuni sospetti e uccisi cinque terroristi, la polizia spagnola sembrava ormai aver chiuso il cerchio attorno alla giornata di terrore che aveva sconvolto la Catalogna.

Questa mattina gli investigatori madrileni sono però tornati sotto i riflettori a causa di uno scoop a firma de “El Periodico”, quotidiano della regione autonoma.

La notizia avrebbe dell’incredibile: secondo quanto riportato dal giornale, l’intelligence statunitense avrebbe avvertito la “Mossos d’Esquadra” (la polizia regionale catalana), la Polizia Nazionale spagnola e la Guardia Civile della seria minaccia di un prossimo attacco terroristico su suolo iberico da parte di cellule legate al califfato di Al-Baghdadi, specificando sia il periodo, quello estivo, che un luogo ben identificato, La Ramblas.

Il rapporto in questione si basa su una lettera ufficiale firmata dalla Central Intelligence Agency, la CIA, e inviata ufficialmente il 25 maggio di quest’anno, in cui i servizi di Washington mettevano in allerta  le polizia regionale catalana.

La nota nel suo testo integrale

La nota diffusa da elPeriodico.

Il testo di tale missiva recita integralmente: “Informazioni non confermate e dalla sconosciuta veridicità, risalenti alla fine del maggio 2017, indicavano che la  Stato Islamico  dell’Iraq e ash-Sham (ISIS) stava pianificando attacchi terroristici non specificati da compiere durante l’estate e contro affollati siti turistici a Barcellona, in Spagna, e in particolare sulla strada de la Rambla”.

Quello della CIA sarebbe stato quindi un avvertimento specifico e pienamente conforme agli eventi poi avvenuti nella città iberica e secondo quanto ipotizzato anche dal giornale, sarebbe stato un tentativo da parte dei servizi statunitensi di innalzare i controlli e le misure anti terrorismo nel capoluogo catalano.

Il quotidiano, nel suo lungo editoriale, ha prima sottolineato come gli agenti di Washington abbiano fatto uno strappo alla regola contattando direttamente anche il comando della polizia regionale.

In secondo luogo ha ribadito come l’informativa fosse priva di ogni strumento e\o prova utile agli investigatori iberici per poter far fronte a un’eventuale indagine e che essa non potesse essere usata nelle sedi giuridiche opportune.

Va ricordato infine, che il giorno stesso dell’attentato su La Rambla, il governo di Madrid aveva negato e smentito la notizia, sempre uscita sull’edizione online de “El Periodico”, dell’invio da parte degli americani della comunicazione che adesso è stata resa nota.

CONDIVIDI