Decreto Lorenzin, si riapre la partita: Codacons pronta a un maxi ricorso al Tar del Lazio

Milano, l’Associazione per la difesa dei diritti dei consumatori riapre la battaglia sull’obbligatorietà dei vaccini. Direttamente dal suo sito internet ufficiale ha annunciato un maxi ricorso al Tar del Lazio contro il Decreto Lorenzin.

Dopo mesi di polemiche, in Parlamento e fuori, il provvedimento che reintroduceva l’obbligo dei vaccini era stato approvato alla Camera lo scorso 28 luglio con 296 voti a favore.

Fortemente voluto dal governo Gentiloni per aumentare “il livello di protezione sanitaria delle famiglie italiane”, la legge aveva scatenato l’ira degli schieramenti no-vax e free-vax.

I gruppi e le associazioni contrarie alla vaccinazione obbligatoria oggi potrebbero aver trovato un nuovo alleato inaspettato e un suo possibile portavoce nella Codacons.

Secondo un comunicato dell’associazione per la difesa dei consumatori e dell’ambiente, che riprende anche le parole del suo presidente nazionale Carlo Rienzi, l’ente sarebbe pronto a presentare un mega-ricorso al Tar del Lazio contro la legge del ministro Beatrice Lorenzin.

L’appoggio dell’associazione a Imposimato.

Nella nota, trasmessa tramite il suo sito internet, l’organizzazione ha ricordato il pensiero di Ferdinando Imposimato, uno dei primi a dichiararsi contrario all’azione del governo.

“Il magistrato che ha combattuto mafia, camorra, terrorismo e misteri di Stato, sostiene le iniziative contro la legge sui vaccini” e come l’associazione “non è affatto contrario ai vaccini in sé ma sostiene una piena, trasparente, informata libertà di scelta.”

La Codacons ribadisce che è stato accolto con “rispetto e favore” l’impegno di un “uomo dello Stato che ha il coraggio di nominare argomenti spesso tabù”.

Il riferimento è – come prosegue la nota – alla “necessità di fornire informazioni corrette e complete sulle reazioni avverse e i rischi alla salute” e riguardo “le forzature e violazioni contenute nell’ultima legge sui vaccini.”

Il sostegno al Presidente Onorario della Suprema Corte di Cassazione, è arrivato direttamente anche da Carlo Rienzi, che lo ha definito come “un uomo di legge che ha il coraggio di dire quello che pensa.”

La scelta della Codacons.

L’associazione ha annunciato infine le sue prossime mosse, promettendo che “a breve metterà a disposizione dei cittadini sul sito www.codacons.it i moduli e le istruzioni per partecipare al mega-ricorso al TAR del Lazio contro la legge Lorenzin.”

Sempre Rienzi, ha concluso ricordando che la Codacons, attraverso gli strumenti offerti dalla legge, avvierà il ricorso “per sostenere gli stessi principi di Imposimato”.

 

CONDIVIDI