Messico, scossa fortissima nella notte: migliaia di persone in fuga dalla capitale. Diramato allerta Tsunami

Messico, forte scossa di terremoto colpisce il paese: avvertito anche nella capitale dove migliaia di cittadini stanno abbandonando le proprie case. Mentre il governo annuncia l’intervento del comitato di emergenza nazionale, è stato diramato l’allerta Tsunami per i paesi che affacciano sul Mar dei Caraibi.

La scossa durante la notte

La natura continua a colpire le zone dell’America Centrale: dopo l’Uragano Harvey e il prossimo passaggio di Irma, l’emergenza oltre-oceano non sembra finire mai.

Secondo le ultime notizie, questa notte un evento sismico ha scosso il sud del Messico: la terra ha tremato violentemente alle 6:49 (ora italiana) con una forza pari all’8.1 di magnitudo.

Come annunciato dall’Usgs, l’istituto geologico statunitense, il sisma sarebbe il più forte registrato nell’area dal 1985.

L’epicentro sarebbe stato individuato a 34 chilometri di profondità e a 120 chilometri al largo della città di Tres Picos, nello stato del Chiapas.

La situazione nella Capitale

Nonostante la distanza da Città del Messico, la scossa ha raggiunto la capitale e in alcune suoi quartieri è andata via la corrente elettrica per ore.

Nella prima città del paese, che conta ad oggi oltre 8 milioni di abitanti, in migliaia stanno già abbandonando le proprie abitazioni.

La potenza dello sciame sismico è stata avvertita distintamente nelle strade della città e alcuni dei palazzi e monumenti hanno tremato a vista d’occhio.

A pochi minuti dall’allarme, hanno poi cominciato a volare elicotteri della protezione civile per verificare la situazione e che non vi fossero stati crolli.

Secondo le prime notizie, ci sarebbero già tre vittime nella regione del Chiapas, ma tale stima è ritenuta temporanea e destinata ulteriormente a crescere.

La macchina dei soccorsi

Il presidente del Messico, Enrique Pena Nieto, è già intervenuto ai microfoni dei media locali e ha già annunciato, tramite il suo profilo twitter, di aver “attivato il comitato nazionale di emergenza” e i “protocolli della protezione civile”.

A seguito della scossa di terremoto è stato anche lanciato un’allerta Tsunami su tutta la costa occidentale di Messico, Ecuador, Nicaragua, Panama, Guatemala, Honduras, El Salvador e Costa Rica.

L’eventualità di un possibile maremoto è stata ipotizzata per le prossime tre ore e la preoccupazione ha raggiunto livelli tali che le autorità di El Salvador hanno deciso di mettere in preallarme i propri cittadini in vista di un’eventuale evacuazione generale della popolazione dalle zone costiere.

CONDIVIDI