Palermo, parrocchia Santa Maria Assunta di Valdesi conquista il 4° premio nel concorso “TuttixTutti”

Palermo, risultato importante per la parrocchia Santa Maria Assunta di Valdesi, che riceve il 4° premio da € 8.000, della 7° edizione del concorso organizzato dal Servizio Promozione C.E.I, tramite un progetto innovativo e dinamico, che intende realizzare un “Cantiere d’inserimento professionale” attraverso la cultura del riciclo.

Il concorso, svoltosi dal’1 marzo al 31 maggio 2017, ha proclamato i 10 vincitori di TuttixTutti, attraverso la valutazione delle 453 candidature pervenute, sulla base di alcuni criteri prestabiliti, come l’utilità sociale del progetto, la possibilità di risolvere specifiche problematiche presenti nel tessuto territoriale e la capacità di dare risposta ai bisogni comunitari. “ È noto a tutti, difatti, come le nostre aree territoriali siano quotidianamente sommerse da migliaia di tonnellate di immondizia, – si legge nella scheda di presentazione del progetto- e la raccolta e lo smaltimento della stessa sono diventati uno dei problemi più complessi e rilevanti che ci si trova a dover affrontare. La raccolta differenziata, il riuso e la riparazione sono la strada giusta da percorrere per perseguire lo sviluppo sostenibile di cui il nostro Paese, compresa la nostra città, ha bisogno: promuovere la cultura del riciclo, infatti, significa dare impulso a stili di vita rispettosi dell’ambiente ma anche diventare un’opportunità di sviluppo economico e di inserimento lavorativo”. 

Il tutto prende ispirazione dall’enciclica di Papa Francesco, “Laudato sii”,  dove il pontefice rivolge un appello personale per la “ricerca di uno sviluppo sostenibile e integrale” e  dal brano de “Le città invisibili” di Italo Calvino sulla popolazione di Leonia. Il progetto, avrà la durata di un anno e si alterneranno  centoventotto ore di formazione in aula e laboratori, per  3 ore due volte a settimana e comprenderà anche momenti di informazione sull’esigenza e la responsabilità di attuare uno smaltimento sostenibile, integrando anche eventi e mostre che saranno organizzate per lo scambio dei prodotti realizzati.

Il podio è stato conquistato dalla  Parrocchia San Lazzaro di Lecce, vincitrice del 1° premio dell’edizione 2017, che intende creare uno spazio socio-lavorativo per italiani e stranieri in grave emarginazione, dalla Parrocchia SS. Trinità di Scalea che si è aggiudicata il 2° premio  e prevede un orto sociale con il coinvolgimento di nonni, adulti e giovani e dalla parrocchia San Simpliciano di Milano, 3° classificata, rivolto a persone senza fissa dimora. “Siamo rimasti colpiti dalla fantasia e dallo spirito d’iniziativa delle parrocchie che hanno aderito al bando nazionale presentando progetti di utilità sociale validi e molto interessanti a sostegno delle più diverse situazioni di disagio e fatica emergenti dal territorio in cui si trovano. – afferma Matteo Calabresi responsabile del Servizio Promozione Sostegno Economico della Chiesa cattolicaDa quest’anno, il concorso, ha elargito un contributo a tutte quelle parrocchie iscritte, che hanno organizzato incontri sul sostegno economico alla Chiesa, la  trasparenza e l’utilizzo dei fondi che vengono donati dai contribuenti.

CONDIVIDI