Elogio al Grande Attore Gigi Burruano

Domenica 10 settembre nella sua casa a Palermo nel sonno, ci ha lasciato il grande attore Luigi Burruano, l’attore palermitano più popolare e icona di casa nostra. Oggi il mondo del teatro è a lutto e piange un grande artista che aveva grande talento e genio.

La città di Palermo e i palermitani  lo salutano e si sono recati per un ultimo saluto nella camera ardente che è stata allestita in suo onore al Teatro Biondo e qui gli hanno reso omaggio e lo definivano come colui che meglio ha saputo rappresentare il meglio e il peggio della nostra città.

La sua carriera sia teatrale che televisiva che cinematografica è stata una carrellata di grandi successi. Tutto ebbe inizio quando un amico del rione dove abitava gli disse che Nino Drago stava mettendo assieme una Compagnia teatrale amatoriale e Burruano si presentò e venne preso e dal quel momento che inizia la sua ribalta nel teatro e diede inizio al teatro popolare palermitano che allora il teatro Biondo ancora non produceva nulla.Per il teatro lo spettacolo-cult di “Palermo oh cara” fu un grande successo in cui interpretava il noto personaggio Rancu Tanu ma la sua ascesa non si ferma qui poiché il suo talento viene apprezzato anche nel mondo delle serie televisive con la sua interpretazione in “La piovra” e in “Il commissario Montalbano” e nel mondo del cinema. Infatti tanti sono i film che interpreta e lavora al fianco di Giuseppe Tornatore in “L’uomo delle stelle” e “Baaria”, Marco Tullio Giordano in “I cento passi”, con Gabriele Salvatores in “Quo vadis, baby?”, e con molti altri. Palermo e il treato hanno perso un importante tassello della nostra cultura popolare cittadina.

CONDIVIDI