Save the date: Jovanotti e il suo regalo di Natale

Esce il 1° dicembre il nuovo album di Lorenzo Cherubini che oggi, dal suo megafono targato Facebook, ha regalato questa grande notizia a tutti i suoi fans. “ Il mio disco nuovo esce il primo dicembre e il produttore è Rick Rubin. Sono felice di poterlo confermare”. Senza giri di parole spiazza i lettori/ascoltatori con ben due grandi novità svelando non solo la tanto attesa data ma anche confermando indiscrezioni già apparse sulle pagine di note testate sul celebre nome del produttore statunitense.

“Al vertice della mia lista dei desideri c’era il nome inarrivabile di Rick Rubin”. Padre di alcuni lavori dei Beastie Boys, Red Hot Chili Peppers, Metallica, Sistem of a Down solo per citarne alcuni, il guru della musica è la concretizzazione del più grande sogno di Jovanotti.

“Nessun produttore nella storia dei dischi ha avuto su di me l’impatto di Rick Rubin”. Il suo post su facebook assume le sembianze di un racconto di una storica stima nata agli esordi della sua carriera, quando il poetico cantautore era solo un ragazzo di città “pieno di musica” da donare al pubblico delle discoteche soltanto con “la sua energia, un giradischi e un microfono”. Racconta del suo imprinting, che aprì quasi uno squarcio di futuro, con “licended to ill” dei Beastie Boys “un album nuovo per ogni aspetto possibile, e lo avevano fatto quattro ragazzi della mia età a New York, i tre Beastie Boys e un loro compagno di college Rick Rubin”.

Da quel momento quel nome sarebbe “apparso in alcuni dei dischi più belli e importanti del mondo” e dal primo dicembre apparirà come per magia anche nel suo 14° disco in studio, un disco che forse era già scritto nel passato. “I pianeti si sono allineati” e durante il mese di agosto i due pionieri di nuovi esperimenti musicali si sono ritrovati in un’antica villa sulle colline di Firenze a registrare 14 nuovi brani. Rifinitura e mixaggio, le ultime fasi della produzione dell’opera musicale nei prossimi giorni a Malibù.

Un nuovo lavoro, un figlio musicale in arrivo che lo stesso artista ha definito “un nuovo viaggio ai confini di me stesso, che è dove succedono le cose” in cui al centro viene posto il cuore, il battito di una canzone lasciando spazio incontrastato all’imprevedibilità dalla scrittura alla produzione. “Un nuovo inizio, un salto oltre, rischioso ma essenziale”, il regalo autunnale che Lorenzo Cherubini materializzerà tra le mani del suo pubblico. E perché no, un album da mettere sotto l’albero di natale come coperta per l’inverno.

CONDIVIDI